ColorOS 13 arriverà a 35 modelli di telefono entro fine anno

Il nuovo sistema operativo di OPPO è basato su Android 13 ed è già disponibile per i dispositivi Find X5 e Find X5 Pro.

OPPO ha aggiornato il proprio sistema operativo basato su Android. Partendo da Android 13, OPPO lancia ColorOS 13, già disponibile per i dispositivi Find X5 e Find X5 Pro.

La roadmap di OPPO prevede l’integrazione del sistema operativo a circa 35 modelli di telefono entro fine anno, coprendo 60 paesi e regioni e fino a 160 milioni di utenti, dando così vita al più ambizioso piano di aggiornamento di ColorOS ad oggi.

La nuova versione introduce il design Aquamorphic ispirato al mare e che comprende un nuovo font di sistema più leggibile, così come illustrazioni chiare, design adattabili a differenti formati di schermo e icone riconoscibili. L’integrazione dei nuovi effetti di animazione, l’interfaccia e il motore di animazione quantica vogliono semplificare l’esperienza d’uso.

ColorOS 13 dispone anche di funzioni intelligenti come lo schermo Always On. La tecnologia LTPO2.0 riduce il refresh rate dello schermo a 1 Hz, risparmiando così un 30% di consumo energetico. Altre funzioni di amministrazione intelligente sono il Large Folder, Shelf e Home Screen Widget.

OPPO ha presentato l’assistente Meeting Assistant per riunioni online, capace di dare priorità a pacchetti di dati wireless.

Il sistema semplifica poi le notifiche banner per eliminare distrazioni, permette di aggiungere l’accesso diretto a OPPO Notes, offre esperienze personalizzate insieme a Bitmoji e Spotify e migliora la connettività tra smartphone e Oppo Pad Air o tra telefono e PC tramite Multi-screen Connect.

A livello di performance, ColorOS 13 sfrutta la soluzione tecnica Dynamic Computing Engine che promette più lunga durata della batteria e permette di mantenere diverse applicazioni aperte in secondo piano.

In quanto a sicurezza, il sistema potrà eliminare la cronologia degli appunti dopo un breve periodo di tempo e la funzione Nearby Wi-Fi eviterà che si rivelino informazioni sulla posizione alle reti wireless. Auto Pixelate sfocherà le foto profilo e i nomi quando si effettuerà uno screenshot di una chat. Infine, gli utenti beneficeranno di standard di autenticazione come ePrivacy, TRUSTe, ISO27701 e ISO27001.

Read also : Ecco Android 13